Omogenitori: chiariamoci le idee

Quando si parla di omogenitorialità ci si può riferire a diverse tipologie di famiglie.

Quelle definite di prima costituzione sono famiglie composte da una coppia o un single omosessuali che hanno avuto dei figli grazie ai metodi di procreazione medicalmente assistita.

Con l’espressione seconda costituzione, invece, si vogliono indicare le famiglie costituite da una coppia omosessuale e il/i figlio/i che uno dei due partner o entrambi hanno avuto all’interno di una relazione eterosessuale.

Dunque, nel primo caso, l’omosessualità precede (in una logica temporale) la genitorialità ed è a essa strettamente correlata, mentre, nel secondo caso, i bambini convivono con uno dei genitori, scopertosi o dichiaratosi solo successivamente omosessuale e il/la compagno/a di quest’ultimo.

Inoltre, dal punto di vista normativo, nelle famiglie di prima costituzione, né la coppia, né la relazione tra il bambino e il genitore non biologico sono tutelati, mentre, nelle famiglie di seconda costituzione, il rapporto di filiazione naturale non è chiaramente posto in discussione dall’ingresso di un nuovo elemento nel nucleo familiare.

Infine, si ricorre al termine di co-parenting quando almeno due individui (una coppia omosessuale e un single, due coppie omosessuali o due single omosessuali) decidono di avere dei figli e si assumono la responsabilità congiunta per il loro benessere e la loro crescita.

Di Simona Sannino
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...