10 ottimi libri sulla omogenitorialità

SEI COME SEI di M.Mazzucco

Sul treno per Roma c’è una ragazzina. Fiera e orgogliosa, Eva legge tanti libri e ha il dono di saper raccontare storie: ha appena undici anni, ma già conosce il dolore e l’abbandono. Giose è stato una meteora della musica punk-rock degli anni Ottanta, poi si è innamorato di Christian, giovane professore di latino: Eva è la loro figlia. Padre esuberante e affettuoso, ha rinunciato a cantare per starle accanto, ma la morte improvvisa di Christian ha mandato in frantumi la loro famiglia. Giose non è stato ritenuto un tutore adeguato, e si è rintanato in un casale sugli Appennini. Eva è stata affidata allo zio e si è trasferita a Milano. Non si vedono da tempo. Non hanno mai smesso di cercarsi. Con Giose, Eva risalirà l’Italia in un viaggio nel quale scoprirà molto su se stessa, sui suoi due padri, sui sentimenti che uniscono le persone al di là dei ruoli e delle leggi, e sulla storia meravigliosa cui deve la vita. Drammatico e divertente, “Sei come sei” narra con grazia, commozione e tenerezza l’amore tra un padre e una figlia, diversi da tutti e a tutti uguali, in cui ciascuno di noi potrà riconoscersi.


GENITORI COME GLI ALTRI di A. Cadoret

Ormai la famiglia tradizionale non è più la sola possibile. E allora perché non potrebbero gli omosessuali divenire genitori? Il fenomeno sociale è controverso e Anne Cadoret mette in chiaro alcuni concetti fondamentali. Cos’è l’omogenitorialità? La scrittrice la descrive considerando le quattro condizioni possibili alla sua origine: genitori che hanno avuto un figlio prima dell’unione omosessuale; coppie lesbiche e gay incrociate per avere un figlio; l’adozione; la procreazione assistita, compreso l’utero in affitto. E ne studia le dinamiche basandosi anche sulle testimonianze dei genitori. Affronta inoltre gli aspetti giuridici concernenti le famiglie omoparentali, i rapporti che si stabiliscono tra bambini e nonni, le difficoltà cui vanno incontro i figli via via che crescono.


CRESCERE IN FAMIGLIE OMOGENITORIALI di C. Cavina e D. Danna

Essere genitori ed essere omosessuali: due stati ritenuti spesso inconciliabili dal senso comune. Eppure aumenta il numero di persone ad orientamento omosessuale che cresce i propri figli o si appresta a diventare genitore, attraverso le tecniche di fecondazione assistita o progetti che coinvolgono famiglie allargate. Questo libro colma un vuoto nella letteratura scientifica al riguardo, raccogliendo ricerche che indagano i presupposti, la nascita e lo sviluppo delle famiglie omogenitoriali e altri testi che possono essere d’aiuto a madri lesbiche, padri gay, aspiranti genitori, figlie e figli e chiunque voglia occuparsi del tema. Il volume intende affrontare queste tematiche raccogliendo i contributi di importanti studiosi e professionisti che si sono interessati a questo specifico ambito. Un testo destinato a tutti, in una fase storica in cui il dibattito politico e sociale in Italia sembra essere più concentrato sul “giudicare” e decidere se “permettere o no” una realtà che è già presente ma spesso sconosciuta e mistificata.


MOGLI, AMANTI, MADRI LESBICHE di A. Montano

La sessualità lesbica, la relazione di coppia tra donne, il “matrimonio” omosessuale, la maternità, la fecondazione assistita, l’influenza della genitorialità lesbica sulla crescita dei figli (procreazione e adozione), il punto di vista dei bambini. Sulla base dei più aggiornati studi riportati nella letteratura scientifica internazionale e, al tempo stesso, con uno stile divulgativo, questo “manuale” passa in rassegna una molteplicità di questioni di scottante attualità e getta luce sui profondi cambiamenti sociali e sulle nuove sfide individuali che attendono tutti i giorni le donne e le loro partner. Nonostante le giovani lesbiche appaiano più disinvolte, realizzino prima il coming out e siano più determinate nel vivere intensamente le loro storie d’amore, negli ultimi dieci anni nulla è cambiato dal punto di vista dei diritti riconosciuti alle coppie omosessuali, compromettendo il loro benessere psicologico sia con se stesse sia all’interno della coppia. Una serie di testimonianze dirette di mogli, amanti e madri lesbiche, intervistate sul loro desiderio di costruire una famiglia e avere un figlio con la propria partner, dimostra come ancora lunga sia la strada per un adeguato riconoscimento dei loro sentimenti e della loro dignità di persone e di donne.


OMOGENITORIALITA’. FILIAZIONE, ORIENTAMENTO SESSUALE E DIRITTO di A. Schuster

Il diritto italiano non può più evitare di affrontare il tema della genitorialità in relazione all’orientamento sessuale e all’identità di genere. Questo volume vuole affrontarlo nella sua complessità e presentare per la prima volta una compiuta analisi dei suoi profili giuridici. Muovendo dalla riflessione già maturata in altri ambiti scientifici, gli autori s’interrogano sulla tutela che l’ordinamento italiano offre alle famiglie in cui i genitori non sono eterosessuali. Giudici, accademici e amministratori sono infatti chiamati sempre più frequentemente a risolvere le questioni che le famiglie omogenitoriali pongono. La dimensione europea e le esperienze di altri Stati offrono spunti per riflettere, capire e decidere. Questo volume non si ferma davanti al dato positivo e allo status quo, ma guarda oltre, nella prospettiva di un sistema giuridico che coglie le sfide di modelli di famiglia che mutano nella costanza del valore che rappresentano.


NUOVE MATERNITA’. RIFLESSIONI BIOETICHE AL FEMMINILE di C. Faralli, C. Cortesi

Questa raccolta di saggi prende in considerazione la procreazione assistita, il controllo delle nascite, l’interruzione volontaria della gravidanza, fornendo una articolata mappa del dibattito femminista in bioetica (con scritti di Hilde Lindemann Nelson, Laura M. Purdy, Susan Sherwin, Susanne Gibson, Anne Donchin, Rosemarie Tong, Ruth Chadwick). L’antologia è divulgativa e diretta a un vasto pubblico, per riuscire a sviluppare una differente consapevolezza sulla materia, nonché portare una diversa voce all’interno del dibattito italiano, con riferimento alle norme in materia di procreazione assistita oltre alle questioni relative all’interruzione volontaria della gravidanza.


HELLO DADDY! STORIE DI DUE UOMINI, DUE CULLE E UNA FAMIGLIA FELICE di C. Rossi Marcelli

È andato tutto secondo copione. Claudio è stato svegliato nel cuore della notte al primo cenno di contrazioni: è arrivato il momento. Bisogna solo mettere quattro cose in valigia e correre all’ospedale. Peccato che l’ospedale sia dall’altra parte dell’oceano Atlantico. Ma il viaggio di Claudio e Manlio, due giovani gay determinati a diventare genitori, è stato molto più lungo di un volo intercontinentale. Scartata l’adozione, in Italia vietata alle coppie omosessuali, ai due non resta che un’ultima possibilità: la Gpa. Ovvero la “gestazione per altri”, meglio nota con la definizione di maternità surrogata. Claudio e Manlio partono così per gli Stati Uniti, e grazie all’aiuto di Tara, tornano in Italia con due gemelle in braccio. E scoprono una società molto più aperta di quanto immaginassero. A dare una mano ai neogenitori, c’è un microcosmo di amici e parenti, una galleria di personaggi teneri ed esilaranti. E poi l’incontro con gli uffici pubblici, il pediatra, la scuola, tutti obbligati a fare i conti con la nuova realtà che si trovano di fronte. Questa è la storia vera di un nucleo familiare costruito con l’aiuto di persone appartenenti a mondi diversi. Un racconto che affronta con delicatezza e autoironia un tema di grandissima attualità e mette in crisi l’idea di famiglia tradizionale, creando una nuova normalità.


BUONI GENITORI. STORIE DI MAMME E DI PAPA’ GAY di C. Lalli

“I figli devono avere una madre e un padre.” “È contro natura.” “Una lesbica non ha istinto materno.” “I figli degli omosessuali diventano omosessuali.” Tante le obiezioni all’omogenitorialità. Tanti i pregiudizi e le paure che scivolano sulla bocca della gente. Ma i gemelli Silvia e Andrea hanno due mamme e due papà. Violetta e Arthur tre genitori. Sono figli che crescono nell’ultima frontiera della famiglia, la più controversa. Nella società che cambia, qual è la condizione necessaria per l’esistenza di una famiglia? Rispetto e responsabilità, attenzione e amore non sono sufficienti? Il riconoscimento delle famiglie omosessuali non toglie valori alla società, semmai ne aggiunge. È un allargamento di diritti per alcuni cittadini, non una riduzione per la collettività. Obiezioni e resistenze si sgretolano sotto la mole di ricerche scientifiche che dimostrano come i bambini cresciuti in famiglie omosessuali siano mentalmente sani e socialmente integrati quanto quelli cresciuti in famiglie eterosessuali. Questa è la realtà che emerge dalle pagine di “Buoni genitori”.
Chiara Lalli disinnesca automatismi e generalizzazioni scontate lasciando la parola ai protagonisti. Gioie, problemi, difficoltà nell’immaginare un futuro: come in tutte le famiglie, ma con la frustrazione per i diritti negati.


AMORI SENZA DIRITTI. STORIE DI COPPIE OMOSESSUALI CON FIGLI di M. Scigliano

In “Amori senza diritti” si racconta di famiglie omogenitoriali. Più in generale, in questo libro si parla di progetti di vita nati dall’amore, dalla stima, dal rispetto e dal sostegno reciproco tra persone che si scelgono, ma che l’Italia si ostina a non considerare famiglie a tutti gli effetti, perché composte da una coppia dello stesso sesso. Queste storie vere sfidano con coraggio, passione, intelligenza e allegria il pregiudizio diffuso, la crescente omofobia, la mentalità sempre più stretta di questo nostro paese. E delineano il profilo di nuovi nuclei familiari, per ora senza diritti né riconoscimento, il cui numero cresce di anno in anno. Una realtà su cui è ormai impossibile chiudere gli occhi. In Italia i figli di genitori omosessuali sarebbero circa centomila. Sono genitori un gay o una lesbica su 20, e almeno il 50 per cento delle coppie omosessuali vorrebbe un bambino. Una realtà che questo libro ci aiuta ad avvicinare e conoscere, oltre ogni pregiudizio o tabù.


HO DUE MAMME. Crescere in una famiglia diversa di C. Breton

In tempi in cui si discute, spesso con accanimento, di nuove forme di famiglia – da quella allargata a quella omoparentale – finalmente la testimonianza in prima persona della figlia di due madri. Claire ha solo tre anni quando il padre se ne va di casa. La piccola viene cresciuta dalla mamma e da quella che lei ha sempre chiamato “zia”. Fino al giorno in cui, ormai adolescente, scopre la vera natura del legame che tiene unite da tempo le sue “genitrici”. Fra autobiografia e inchiesta giornalistica, un’opera che affronta i problemi delle coppie omoparentali, sempre più numerose e alla ricerca di un riconoscimento etico, giuridico e prima di tutto sociale.

Di Giulia Fabbrini
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...